D'angelo Dott. Giovanni

Specialista in PSICHIATRIA, FARMACOLOGIA, PSICOTERAPIA

  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

Prevenzione personale

Prevenire la depressione

Cura della depressione

Le depressioni rappresentano la percentuale maggiore delle malattie psichiche. Tuttavia, per molti pazienti non è affatto semplice distinguere fra una normale tristezza e una vera depressione. Altrettanto difficile è anche la prevenzione.

 

Cos’è la depressione?

La depressione viene spesso descritta dalle persone che osservano il paziente dall’esterno come una grande tristezza. Ma le persone che ne sono affette riferiscono in genere una sensazione di vuoto totale e di completa insensibilità accompagnati da una ridotta forza di volontà.
I soggetti depressi non percepiscono le occasioni di distrazione e di colloquio con le persone a loro vicine come un aiuto e vi reagiscono a malapena.
Molti pazienti perdono interesse per le cose importanti della vita che prima della malattia procuravano loro piacere.

 

Quali sono le cause della depressione?

Sostanzialmente si fa una distinzione fra le depressioni primarie, che non hanno come causa nessun’altra malattia, e le depressioni secondarie che sono determinate da una causa concreta.
È dimostrato che nel cervello dei pazienti affetti da depressione alcuni specifici neurotrasmettitori sono deficitari. Questi neurotrasmettitori regolano le emozioni positive che provano le persone.

 

Cosa possono fare i pazienti affetti da depressione?

È molto importante sottoporsi a trattamento per un periodo di tempo adeguato. Ciò vale sia per gli interventi psicoterapeutici che per quelli farmacologici.
Sono necessarie almeno 4 settimane affinché una terapia inizi ad essere efficace e per quanto riguarda la psicoterapia spesso anche di un periodo più lungo. Dopo queste 4 settimane, si verifica un miglioramento. Molti pazienti terminano quindi prematuramente la loro terapia perché pensano di essere guariti. Pertanto spesso si verificano ricadute. La terapia dovrebbe essere sospesa dopo almeno 6 mesi.
Proprio quando i pazienti, che già soffrivano di depressione, si trovano in situazioni difficili, devono assolutamente creare situazioni positive. È quindi particolarmente importante, che non si presentino “eventi negativi” che contribuiscono a fare entrare in depressione i pazienti. Uscire, curare i contatti sociali, “farsi del bene”, sono queste le misure importanti per prevenire una nuova depressione.
Inoltre, per prevenire la depressione è altrettanto importante, come in tutte le malattie, mantenere un sano ritmo del sonno. La mancanza di sonno può aumentare la depressione (anche se, in rari casi, un’intenzionale mancanza di sonno sotto controllo medico viene impiegata come terapia).
Una sana alimentazione e la rinuncia all’alcool possono essere utili interventi aggiuntivi.
Nella stagione primaverile, è consigliabile stare il più possibile all’aria aperta esponendosi al sole. Anche questo può contribuire infatti a mantenere una psiche sana.

Il trattamento della depressione deve essere sempre prescritto da un medico. Quanto più la depressione perdura, tanto più scarse sono le probabilità di guarigione. Perciò i pazienti che ne sono affetti devono consultare un medico il prima possibile. La terapia intrapresa deve in ogni caso essere proseguita per almeno 6 mesi e non essere mai sospesa senza prima consultare il medico.

http://www.docvadis.it//giovannidangelo/page/prevenzione_personale/prevenzione_della_patologia/prevenire_la_depressione.html

 

Share by: